img_1151

Involtini primavera home made rivisitati

Devo ammetterlo: prima di diventare mamma abbracciavo la filosofia del “Perché farlo tu quando puoi facilmente comprarlo”?

Da quando è nato Francesco, invece, presto molta più attenzione a quello che mangiamo e provo a ridurre al minimo i prodotti preconfezionati. Cerco, insomma, compatibilmente con il lavoro, di fare il più possibile “home made”.

Archiviati, dunque, i numeri dei migliori take away della città, la mia dispesa è attrezzata per preparare ciò che amo di più: gli involtini primavera.

La ricetta è facilissima e per prepararla ci ho impiegato 20 minuti (VENTI!!) e mi ha risolto varie volte quelle serate pigre in cui mettersi ai fornelli pesa un po’.

Complice anche il freddo che è arrivato, è stata anche un’occasione per accendere il forno.

 

Ecco come li ho preparati.

Ingredienti per 4 persone:

per gli involtini:

12 cialde di riso (si trovano in tutti i supermercati)

1 zucchina

1 carota

1 melanzana

3 cucchiai di funghi champignon

1 cipolla bianca

olio evo

per la salsa:

1 peperone rosso

1 spicchio d’aglio

½ scalogno

1 manciata di capperi

olio evo

Lavare tutte le verdure – zucchina, carota, melanzana, funghi – tagliarle a tocchettini e farle stufare in padella con cipolla, olio evo (ne ho messi tre cucchiai) e un bicchiere d’acqua tiepida per quindici minuti a fiamma vivace.

Nel frattempo, adagiare le cialde di riso su dei canovacci bagnati e strizzati per 2-3 minuti.

Riempire ogni cialda con un cucchiaio del misto di verdure e chiuderla facendo in modo che non esca il ripieno.

Riporre gli involtini su carta forno e far cuocere in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti.

Per la salsa, far appassire in padella lo scalogno con l’aglio e il peperone rosso tagliato a listarelle. Una volta cotto, aggiungere i capperi e frullarli al minipimer.

Servire tiepidi, come antipasto o come piatto unico insieme a un’omelette e un’insalata fresca.

E…buon appetito!

 

 

0 comments on “Involtini primavera home made rivisitatiAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *