Tempo donato

Su questo blog oggi ci scrivono: Francesca Mignemi, Nicole Zavagnin, Stefania Cipriani, Chiara Gily, Marta Xerra, Matteo Iaboni e tantissimi altri amici che donano il loro tempo all’Unhcr, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati.


Qui è dove Domitilla Ferrari racconta come è nata l’idea di questo blog che ha aperto cinque anni fa.

Anni fa ho scelto di essere un Angelo dei rifugiati con una cifra davvero piccola. Ho iniziato a donare tutto quello che raccolgo attraverso questo blog (e la mia presenza online) grazie alle aziende che mi contattano e alle quali ho deciso di non dire più di no.

Anche cifre piccole fanno la differenza, ma soprattutto fanno la somma.

Sono nata e vivo in un Paese fortunato, dove la gente si lamenta spesso come passatempo.

Avevo già un blog da 7 anni quando ho aperto questo nuovo blog perché mi piaceva l’idea di un posto in cui raccogliere ricette vegetariane e, come tanti, ho iniziato a ricevere inviti di ogni tipo per il solo fatto di avere (anche) un blog di pappe e cose di mamma. Nulla di male, anzi: grazie a tutti.

Angelo dei Rifugiati

Per esser chiari, la maggior parte delle volte che ho tempo di accettare un invito è per la gita, la giornata in compagnia. A volte, mantenere due blog è più che una fatica… ma è un passatempo anche questo.

Quando devo scrivere (quando voglio scrivere) mi alzo la mattina presto e qualche volta vado a letto tardi. Il più delle volte coinvolgo altri. In tanti hanno scritto qui. Di tutto un po’.

Questo blog è in vendita, per una buona causa. Quella a cui io e gli altri che scrivono e scriveranno qua contribuiamo.

Non è un sacrificio rinunciare a qualche ora di sonno. Non è un sacrificio neppure rinunciare a un caffè.
È anche solo con un caffè in meno al giorno che si può sostenere le attività di un ente o un’associazione che aiuta popolazioni in difficoltà. E suonare il gong può dare ad altri l’idea.

Quindi grazie a tutti quanti hanno raccolto il mio invito a partecipare a questo progetto con un post, un tweet, un like o una parola buona,

grazie,
Domitilla


 

La raccolta: 


Leggi anche altre cose buone: